fbpx

COME AVVIENE LA PRATICA DI DIGIUNO SECCO COL DR SERGEJ FILONOV (QUI PARLIAMO IN GENERALE DELLA PRATICA ORGANIZZATA STRETTAMENTE DA NOI DI SIBERIKA)

  • Prima di affrontare una pratica di digiuno secco prolungato, dai 7 agli 11 gg, il dr si raccomanda di seguire un’adeguata preparazione che comincia nei 3 mesi precedenti (pulizia di intestino e fegato, addestramento graduale al digiuno secco con giorni di digiuno esclusivamente ad acqua, 1 g di digiuno secco e poi fino a 3. Utilizzo di clismi e alimentazione moderata. Lo schema di preparazione viene inviato ai partecipanti a tempo debito. Chi non riuscisse a cominciarla per tempo o decidesse di aggiungersi al gruppo in ritardo deve come minimo fare un’accurata depurazione di intestino e fegato prima di procedere con il digiuno secco. Una pulizia di qualità assicura un corretto svolgimento del digiuno secco (v. Indicazioni nel libro).

  • Idealmente i pazienti dovrebbero arrivare alla pratica essendo al loro primo o secondo giorno di digiuno secco, in questo modo tutti comincerebbero la rialimentazione insieme e ciò è comodo sia per i partecipanti (perchè vedere gli altri bere o mangiare mentre ci si trova in digiuno secco non è piacevole) che per gli organizzatori. Purtroppo nella realtà delle cose questo non sempre succede perche c’è chi comincia il digiuno secco il giorno stesso o chi decide di uscire prima. In ogni caso si cerca di andare incontro alle esigenze di tutti e nella misura del buon senso vige il principio di flessibilità.

    Durante le sue pratiche di digiuno secco, il dr Filonov associa sempre al digiuno dei trattamenti quotidiani.

  • Durante la pratica organizzata da noi il gruppo dei partecipanti viene suddiviso in uomini/donne. Ogni giorno, o al mattino o al pomeriggio, secondo un’opportuna rotazione, i pazienti vengono sottoposti a trattamenti / manipolazioni. Di norma il dr e i suoi 3 o 4 massaggiatori si occupano di trattare, nell arco di circa 1 ora, 4 pazienti. (per fare un esempio: 15 pazienti dalle 9.00 alle 13.00 e 15 pazienti dalle 14.00 alle 18.00)

  • Il primo giorno, quello dell’accoglienza, è in un certo senso il piu difficile. Il dr comincia con il massaggio veteroslavo dell addome del paziente. Nei giorni seguenti si procede con la preparazione della schiena ai massaggi-trattamenti, quindi alla progressiva manipolazione di ogni parte del corpo (a partire dalla  schiena, poi gambe, braccia, trigger muscolari e ripetizione). Non si tratta di manipolazioni rilassanti ma piuttosto energiche e dolorose ma importanti per stimolare la circolazione e risolvere le tensioni muscolari. Nella seconda settimana, in uscita dal digiuno, ai massaggi vengono combinate le applicazioni di sanguisughe (per chi ideologicamente non è contrario). Ovviamente il dr controlla ogni paziente e nel corso delle 2 settimane è in grado di elaborare un percorso individuale, correggendolo a seconda della risposta del paziente alla digiunoterapia in corso.

  • E’ il dr che dà indicazioni sulla durata del digiuno secco. Se il dr riterrà che per certe patologie non è consigliabile superare i 5 gg, il paziente si dovrà attenere alle sue raccomandazioni.

  • Nel tempo libero dai massaggi i pazienti devono camminare, 10-15 km al giorno, e possibilmente fare abluzioni con acqua fredda di torrente (in alcuni casi il dr prescrive abluzioni obbligatorie).

  • Durante i gg di digiuno secco importante è parlare il meno possibile per evitare di disperdere l’umidità dell’organismo.

  • Il format del dr Filonov, per motivi di gestione e organizzazione, predilige sistemazioni in “camerate” (3 o 5 motivi di gestione e organizzazione. Durante un digiuno secco le crisi, se avvengono (posso anche non avvenire in forma evidente), spesso avvengono di notte ed è bene che i pazienti non siano soli e nella stanza ci siano piu persone in grado di intervenire e aiutare (chiamando il traduttore e il dottore).

  • Durante le 2 settimane di pratica vengono organizzate periodicamente riunioni serali periodiche con il dr e il gruppo allo scopo di illustrare le fasi del processo, discutere eventuali problemi col dr, scambiare esperienze e sensazioni.

  • L’assistenza linguistica è garantita 24/24 ore direttamente da Vera Bani e dai suoi collaboratori.

COME ANDARE A FARE UNA PRATICA DI DIGIUNO SECCO DAL DOTTORE, IN ALTAJ?

  • Il dr Filonov parla solo russo e una delle sue due figlie parla un po’ di inglese (Anastasija, tel e wapp +7 923 6451717) quindi chi intendesse andare da lui o comunicare con lui dovrebbe innanzitutto farsi aiutare da un interprete italiano-russo.

  • Nel suo sito ufficiale filonov.net c’è il calendario delle pratiche. Il sito è in russo ma si può tradurre col Google Translator. Cliccare sulla voce “расписание” (grafico) la terza da sinistra.

  • Sergej Filonov non lavora nè in un centro, nè in una clinica come si intende in Europa. Il dr accoglie pazienti da maggio a inizio ottobre in Siberia, repubblica dell’ Altaj, a Ust’-Sema, distretto Čemal’skij, in una base spartanissima in mezzo ai boschi, un mini villaggio ecologico in senso stretto formato da 7 casette di legno che offrono solo posti letto, senza acqua corrente nè elettricità, nè riscaldamento, con bagni in cabine all esterno. Il posto non corrisponde agli standard europei di igiene e comodità ma può essere gradito a chi ama l’esotico e il selvaggio. Il paesaggio circostante è bellissimo: boschi tutt’ intorno, un ruscello che scorre nel territorio del villaggio e il fantastico fiume Katun’ che si snoda poco lontano. Il  posto è tuttavia assolutamente inadeguato a pazienti con problemi di movimento e necessitanti di standard minimi di igiene e comfort.

  • Per raggiungere la base del dr Filonov in Altaj serve innanzitutto un passaporto valido per l’estero e l’ottenimento di un visto per la Russia (informarsi presso agenzie turistiche). La tratta aerea da affrontare è: città italiana-Mosca (transito)/Mosca-Barnaul o, ancora meglio, Gornoaltajsk (aeroporto molto piu vicino a Ust’-Sema). La distanza dall’aeroporto di Barnaul alla base del dr è di circa 320 km, 4 h di macchina, mentre da Gornoaltajsk è di 70 km, 1 h circa di macchina. Il transfer dall’aeroporto alla base del dr può essere concordato con il dr o  effettuato con taxi (che non sono cari come in Italia.)

  • Coloro che volessero andare dal dr dovranno procurarsi autonomamente un interprete ital-russo e provvedere alle sue spese di soggiorno alla base.

COME PREPARARSI A UNA PRATICA LUNGA DI DIGIUNO SECCO. ESEMPIO PRATICA AUTUNNALE?

SETTEMBRE

  1. dal 9 al 14 settembre – pulizia del fegato con Polisorb (1 cucchiaio da cucina in un bicchiere di acqua tiepida, 3 volte al giorno. Se non si ha Polisorb, stesse dosi con Enetrosgel) e olio di ricino (1 grammo per 1 kg di peso, da bere con l aggiunta di succo di limone, per migliorare il gusto – per ex, se una persona pesa 60 kg , 30 grammi di succo di limone + 60 grammi di olio di ricino). ATTENZIONE ! Prima di depurarsi e nella fattispecie assumere olio di ricino fare un’ecografia e assicurarsi di non avere calcoli nella vescica biliare.

  2. 15 e 16.09 – digiuno umido con assunzione di enterosgel

  3. 21.09 – 1 giorno di digiuno secco

  4. 28.09 – 2 giorni di digiuno secco

OTTOBRE

  1. bere bicarbonato di sodio – 1 cucchiaino da caffe in un bicchiere di acqua calda al mattino a stomaco vuoto. 

  2. Dall’inizio di ottobre fare 5 clisteri al caffe, un giorno si e un giorno no. (in 1 litro di acqua versare 3 cucchiai da tavola di caffè macinato fresco e far bollire per 15 minuti, quindi filtrare e far raffreddare fino a 36 gradi. Farne 5 clisteri a giorni alterni (meglio la mattina). 

  3. dal 18 al 20.10 fare 3 giorni di digiuno secco, possibilmente con abluzioni di acqua gelata, tenendo i piedi per terra (in giardino).
    !!!Quando si fa digiuno secco ovviamente non si fanno i clisteri al caffe e non si beve bicarbonato. 

NOVEMBRE 

4.11. primo giorno di digiuno secco

5.11 arrivo sul posto (essendo al secondo giorno di digiuno secco)

Durante il digiuno secco e l’uscita non si devono fare i clisteri al caffe e non si deve bere il bicarbonato

Chiudi il menu
×
×

Carrello